PROCEDURE DI EMERGENZA E DI EVACUAZIONE

 

Apri-fila

 

SARANNO I DUE ALUNNI SEDUTI VICINO ALLA PORTA

Chiudi-fila

 

SARANNO I DUE ALUNNI SEDUTI ALLA DIAGONALE OPPOSTA ALLA PORTA

 

Aiuto in emergenza

 

DUE ALUNNI INDICATI NELLA CARTELLINA DI CLASSE

 

 

Studenti apri-fila  e chiudi-fila

 

All’ordine di evacuazione dell’edificio:

  • Mantengono la calma, seguono le procedure stabilite e le istruzioni del docente
  • Gli apri-fila aprono la porta di uscita e guidano i compagni alla propria area di raccolta
  • I chiudi-fila verificano la completa assenza di compagni nella classe e chiudono la porta ( la porta chiusa è indicativa di classe vuota)

 

 

Norme per l’evacuazione

 

Interrompere tutte le attività

Lasciare gli oggetti personali dove si trovano

Mantenere la calma, non spingersi, non correre, non urlare

Uscire ordinatamente incolonnandosi dietro gli apri-fila

Procedere in fila indiana tenendosi per mano o con una mano sulla spalla di chi precede

Seguire le vie di fuga indicate

Non usare mai l’ascensore

Raggiungere l’area di raccolta assegnata

 

In caso di evacuazione per incendio ricordarsi di:

 

Camminare chinati e respirare tramite un fazzoletto, preferibilmente bagnato, nel caso vi sia presenza di fumo lungo il percorso di fuga

Se i corridoi e le vie di fuga non sono percorribili o sono invasi dal fumo, non uscire dalla classe, sigillare ogni fessura della porta mediante abiti bagnati, segnalare la propria presenza dalle finestre

 

 

 

Norme per emergenza sismica

 

Il Coordinatore dell’emergenza in relazione alla dimensione del terremoto deve:

  • Valutare la necessità dell’evacuazione immediata
  • Disporre immediatamente l’interruzione dell’erogazione del gas
  • Avvertire i responsabili di piano che si tengano pronti all’evacuazione
  • Coordinare tutte le operazioni attinenti

 

I docenti devono:

  • Attenersi alle disposizioni circa l’eventuale evacuazione;

 

Gli studenti devono:

  • Proteggersi, durante il sisma, dalle cadute di oggetti riparandosi sotto i banchi o in corrispondenza di architravi
  • Nel caso si proceda ad evacuazione seguire le norme specifiche di evacuazione

 

I docenti di sostegno devono:

  • Curare la protezione degli alunni disabili, eventualmente con il supporto degli operatori scolastici

 

 

 

Norme per emergenza tossica o che comporti il confinamento

(incendio esterno, trasporto, impedimento all’uscita degli alunni)

 

In caso di emergenza per nube tossica, è indispensabile conoscere la durata del rilascio, ed evacuare solo in caso di effettiva necessità. Il personale della scuola è tenuto al rispetto di tutte le norme di sicurezza, a salvaguardare l’incolumità degli alunni; in caso di nube tossica o di emergenza che comporti obbligo di rimanere in ambienti confinati il personale è tenuto ad assumere e far assumere agli alunni tutte le misure di autoprotezione conosciute e sperimentate durante le esercitazioni.

 

Il Coordinatore dell’emergenza deve:

 

  • Tenere il contatto con gli Enti esterni, per decidere tempestivamente se la durata del rilascio è tale da consigliare l’immediata evacuazione o meno (in genere l’evacuazione è da evitarsi);
  • Aspettare l’arrivo delle Autorità o le disposizioni delle stesse;
  • Disporre lo stato di allarme che comporta il rientro di tutti nella scuola e nelle aule;
  • In caso di sospetto di atmosfera esplosiva chiudere l’interruttore centralizzato dell’energia elettrica e non effettuare nessuna altra operazione elettrica e non usare i telefoni.

 

I docenti devono:

 

  • Chiudere le finestre e le prese d’aria presenti in aula, assegnare agli studenti compiti specifici per la preparazione della tenuta dell’aula, come sigillarne gli interstizi con stracci bagnati; mantenersi in continuo contatto con il coordinatore attendendo disposizioni sull’eventuale evacuazione.

 

Gli studenti devono:

 

  • stendersi a terra e tenere uno straccio bagnato sul naso.

 

I docenti di sostegno devono:

 

  • con l’aiuto di operatori scolastici curare la protezione degli alunni disabili.